Lo psicologo a scuola

Gli istituti scolastici rappresentano un ambito complesso di relazioni interpersonali entro cui costruire fiducia. Creare fiducia e relazioni interpersonali significative incrementa il capitale sociale ed umano sul quale la società fonda le sue basi.

Molte scuole stanno predisponendo progetti che introducono la figura dello psicoterapeuta (psicologo specializzato), che hanno dimostrato di contribuire al miglioramento della qualità del servizio offerto per svariati motivi.

Esistono progetti organizzati dall Albo degli psicologi psicoterapeuti che permettono di avvicinarsi alla psicoterapia spendendo il giusto.

Va tuttavia sottolineato che è meglio evitare psicoterapeuti e psicologi che offrono sedute gratuite quali modalità di promozione, in quanto probabilmente stanno cercando di aumentare la loro esperienza o non sono abbastanza riconosciuti da generare nuovi pazienti tramite i canali abituali (passaparola, medici di base, scuole, etc).

Psicoterapeuta per adolescenti

Molto spesso i ragazzi scambiano il loro disagio emotivo e psicologico con il fatto di essere sbagliati o comunque diversi dal normale e quindi, piuttosto che sentirsi persone in bisogno di aiuto, potrebbero sentirsi fonte di delusione per genitori ed insegnanti, o purtroppo, a volte, totalmente sbagliati.

Capita saltuariamente che siano i genitori stessi ad entrare in confusione sul come comportarsi in questi casi. Talvolta non comprendono il disagio psicologico dei ragazzi e iniziano a perdere la pazienza in occasione di comportamenti insoliti, o ragionamenti che in realtà stanno segnalando uno stato di sofferenza o di disagio, in questo caso è errato comportarsi come se ci trovasse di fronte ad un grave sbaglio; il rimproverò è da evitare.

Le difficoltà principali che un giovanissimo può esprimere allo psicoterapeuta sono:

Uno psicologo psicoterapeuta è senz'altro d'aiuto, soprattutto quando i genitori non sanno come gestire stati d'animo difficili da interpretare.

Analizzando un campione significativo di insegnanti, si è ottenuta una conferma da parte dei docenti relativamente ai benefici che uno psicoterapeuta scolastico è in grado di apportare.

Quelle che prima sembravano classi difficili, si sono rilevate per esempio classi nelle quali 3 / 4 elementi avevano personalità influenzata da alcune sofferenze (ansia, depressione) e faticavano a stare al passo con il programma didattico. Gli altri studenti erano meno stimolati ad eccedere in quanto la media generale della classe era compromessa da uno squilibrio.

In seguito all'intervento di uno psicologo specializzato alcuni problemi sono stati risolti e le lacune sono state colmate grazie ad una ritrovata motivazione.

Permettere ad una persona di essere ascoltata da un professionista può cambiare il corso della sua carriera scolastica e spesso migliora anche altre dinamiche interpersonali (scolastiche, ma anche familiari).

Avete notato un cambiamento nel giovane?

I cambiamenti fisici sono facilmente riconoscibili, i ragazzi crescono rapidamente. Quando le cose non vanno per il verso giusto (forte stress, scontri verbali o fisici con compagni di classe) il giovane tende a somatizzare e presentare sintomi visibili da parte di un genitore o di un insegnante.

Talvolta può succedere che nulla è visibile "all'esterno", e lo studente tende però ad avere disturbi nel sonno, nell'alimentazione, nello studio.

Le cause, oltre a temporanei periodi di stress, o storie d'amore travagliate, possono purtroppo essere ricondotte a episodi di bullismo, cyber bullismo, cyber stalking.

Per fortuna queste casistiche sono poco frequenti, mentre più diffusa è l'ansia da prestazione da parte dello studente, in tal caso la crescente ansia (a volte causata dalle pretese dei genitori) può portare a stati di forte ansia generalizzata e ad attacchi di panico.

La primissima linea di difesa contro l'ansia nello studente è senz'altro la riduzione dello stress, aumentando le ore di sonno e di svago, riducendo l'utilizzo di sostanze comunemente diffuse atte a migliorare l'attenzione (caffeina, teina).

L'attività fisica (anche una semplice camminata lontano dai rumori) è un toccasana.

Quando però i metodi naturali e ovvi non sono di alcun beneficio, è il caso di contattare al più presto uno psicologo psicoterapeuta, meglio se specializzato in terapia cognitivo comportamentale (uno degli approcci migliori per risolvere i problemi di ansia e panico).

Quanto più tempo passa e peggiore il problema dell'ansia si farà. Infatti il panico è autoalimentato dalla paura di incorrere in stati di forte ansia ed agitazione.

Prima si risolve la situazione e più facile sarà correggere questo disturbo.